da: tre bicchieri
IL SETTIMANALE ECONOMICO DEL GAMBERO ROSSO

anno 8 – n. 9 – 9 marzo 2017
Pag 13

1. Qual è la percentuale di export sul totale aziendale? e dove vendete di più?
Ad oggi più del 40%, ma stiamo lavorando per ritornare ad una maggiore quantità di export come
in anni passati. L’attività maggiore? Negli Usa e, come effort per ricreare il mercato, l’Europa.

2. come promuovete i vostri vini all’estero?
Di persona, cercando di incontrare chi deve vendere il prodotto sul ‘luogo’ e se possibile incontrando il
cliente finale. Cercando di spiegare le Marche, il grande valore del Verdicchio, e Matelica in particolare.

3.come sono cambiati l’atteggiamento e l’interesse dei consumatori stranieri nei confronti del vino italiano?
Rispetto ai vini del nostro Paese c’è sempre un maggior interesse verso vitigni per noi storici, dapprima usati in blend e
che ora riemergono come “solisti”. C’è grande curiosità soprattutto per il “nuovo” o “poco conosciuto”. E per fortuna in
questo caso il Verdicchio ha ancora tanto da farsi conoscere.

4. chiudiamo con un aneddoto, sempre relativo all’export…
Il Verdicchio è uno e le Marche sono ancora ad est della Toscana (e si potrebbe aggiungere per fortuna non “Ad ovest
di Paperino! come recita un noto film!). Purtroppo spesso non vi è distinzione tra Verdicchio di Matelica e di Jesi, ed è
comprensibile visto che molto all’estero non sanno dove siano le Marche. Se ci rendessimo tutti conto di quanto piccoli
siamo sul pianeta, incominceremmo a lavorare meglio tutti insieme.